FESTIVAL DEL DOCUMENTARIO D'ABRUZZO - Premio Internazionale Emilio Lopez 2009

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , , | Posted On domenica 21 dicembre 2008 at 12:50

Comunicazione di servizio per i documentaristi.
Ciao
Sandro
(Collecchio Video Film Festival)



TERZA EDIZIONE DEL FESTIVAL DEL DOCUMENTARIO D'ABRUZZO
Premio Internazionale Emilio Lopez 2009
Concorso internazionale di cinema documentario
Scadenza Bando 16 marzo 2009

Comunichiamo che è stato pubblicato il nuovo Bando di concorso per la terza edizione del Festival del documentario d'Abruzzo – Premio Internazionale Emilio Lopez 2009 – che si terrà a Pescara dal 12 al 16 maggio 2009 e i cui termini per l'acquisizione delle opere scadranno il 16 marzo 2009. Il Festival, uno dei pochissimi in Italia dedicato esclusivamente al genere documentario, vuole creare uno spazio adeguato che avvicini ed educhi il pubblico a questa forma di linguaggio cinematografico, creando l'opportunità di conoscere quanto accade nel nostro territorio e nel resto del mondo.
Il nostro progetto, completamente rinnovato ed arricchito rispetto alle passate edizioni, si propone di valorizzare e promuovere la diffusione, la conoscenza e la fruizione del cinema documentario sia italiano che internazionale, offrendo un'occasione per ragionare sulla contemporaneità attraverso una serie di punti di vista differenti che arricchiscano e mettano in discussione il nostro sguardo.

Il festival è diviso in cinque sezioni:

sezione abruzzese : ABRUZZO DOC
rassegna di documentari che trattano di tematiche legate al territorio e/o girati in Abruzzo o documentari realizzati da registi abruzzesi;

sezione documentari sperimentali inediti italiani: SPERIMENTARIO
dedicata al documentario sperimentale inedito;

sezione internazionale a tema: VISTI DA VICINO
il tema di questa edizione è: "Orizzonti sonori, miti, arcani, culture e popoli del Mediterraneo."

sezione: PANORAMA ITALIANO
che offre al pubblico i documentari più interessanti della stagione, presentati dagli stessi autori

sezione monografica: SGUARDO D'AUTORE
dedicata alle opere di un noto regista italiano od europeo che fin dal suo esordio si è occupato anche del cinema documentaristico e a cui verrà assegnato un riconoscimento per la carriera.

Vi preghiamo di diffondere questo comunicato a tutti coloro che possano essere interessati al nostro Festival.

Ulteriori informazioni sul sito ufficiale del Festival:
www.festivaldeldocumentariodabruzzo.it
segreteria@festivaldeldocumentariodabruzzo.it

Roberta Marinelli - Caterina Merolli
Segreteria organizzativa
Festival del documentario d'Abruzzo
Premio Internazionale Emilio Lopez

PENSIERI CORTI

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , | Posted On sabato 20 dicembre 2008 at 07:14


Siamo nani sulle spalle di nani. Nani alla enne.
michele sabato

SONDAGGIO

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , | Posted On at 06:43

In occasione delle feste natalizie proponiamo un interessante sondaggio/quiz culturale. Ecco il quesito.
Quale di questi socialdemocratici nordici non ha mai tentato il suicidio?
Ibsen, Henrik

Borg, Bjorn

Clause, Santa

A destra l'apposito box per votare
Buon lavoro
Michele Sabato
RISULTATI
Quale di questi socialdemocratici nordici non ha mai tentato il suicidio?
Henrik Ibsen 28,5%
Bjorn Borg 0%
Santa Clause 71,5%
La risposta corretta è: HENRIK IBSEN. Complimenti ai vincitori

Grandissimi POSTO BLOCCO 19

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , , | Posted On venerdì 19 dicembre 2008 at 10:49


Pubblichiamo la mail che il grande Raimondo Fantuzzi (Rai) ha inviato a Bomba, leggete cosa stanno combinado i POSTO BLOCCO 19!!!
cane

Ciao ragazzi, sono Raimondo Fantuzzi da Parma e innanzi tutto voglio fare gli Auguri di Buone Feste a voi e a tutto lo staff. In secundis volevo approfittare per mandarvi in allegato la locandina del festival Prog che quest'anno si è svolto Settembre (3 edizione denominata KorteLive) e ha visto la partecipazione, come special guest , del grande vocalist ex PFM Bernardo Lanzetti. Egli ha eseguito in duo prog con un pianista, brani prog di sua composizione, poi, quando siamo saliti sul palco noi del Posto Blocco 19, ha cantato La luna nuova, Impressioni di Settembre, Maestro della Voce e Celebration. La manifestazione si è svolta davanti ad un folto pubblico nella consueta cornice della Corte di Giarola e dirò che erano presenti, tra gli altri , molti addetti ai lavori, suddivisi tra musicisti, giornalisti, discografici e musicologi vari; insomma, nonostante vi fossero in contemporanea quattro kermesse nel raggio di quindici chilometri, il tutto è riuscito in modo soddisfacente. Il tutto è stato ripreso da Etv, una tv privata visibile sul canale 891 di Sky che quotidianamente dalle ore 14,00 alle 14,20 trasmette musica prog. Vi informo, infine, che un incaricato della casa discografica finlandese Colossus era presente e dopo pochi giorni ci ha contattati proponendoci di partecipare alla realizzazione di un disco quadruplo ispirato al Paradiso della Divina Commedia di Dante, che, secondo il loro progetto, vedrà la luce alla fine del 2009 e che verrà distribuito in tutto il mondo data la partecipazione di gruppi prog di varie nazioni(giapponesi, inglesi americani, italiani ecc:); noi, naturalmente, lusingati, abbiamo accettato. Nel frattempo, tra un concerto e l'altro ci siamo rimessi a scrivere e stiamo provando brani di nostra composizione da proporre live insieme alle cover di PFM e BANCO; uno di questi, come detto, dovrà andare sul CD. Vi rinnovo gli Auguri anche da parte di tutta la band Posto Blocco 19 (se non avete nulla da fare andate a sentirci su You tube con Lanzetti) e grazie per la collaborazione . A risentirci. Ciao Rai.

River to River. Florence Indian Film Festival

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , | Posted On lunedì 15 dicembre 2008 at 14:05

Vi giro il Comunicato Stampa di uno dei più interessanti festival nazionali.
ciao
Sandro



“50 giorni di cinema internazionale a Firenze”

Si è concluso il River to River. Florence Indian Film Festival
L’ottava edizione di River to River. Florence Indian Film Festival si è conclusa giovedì 11 dicembre, con un grande successo di pubblico e di stampa, contando 2000 presenze, riconfermando l’ottima idea dei 50 giorni di cinema internazionali a Firenze e la bellissima sala storica dell’Odeon.

Le selezione dei film in concorso, le sezioni speciali e la retrospettiva dedicata allo showman di Bollywood Raj Kapoor hanno avuto un ottimo riscontro tra gli spettatori e gli addetti ai lavori.

Durante la serata finale sono stati annunciati i vincitori del River to River Digichannel Audience Award:
- sezione lungometraggi: la favola metropolitana Amal di Richie Mehta
- sezione cortometraggi: il suggestivo Funerailles di Subarna Thapa
- sezione documentari: l’interessante Super 30 di Christopher Mitchell

Digichannel ha inoltre deciso di dare una menzione speciale a Sarab S. Neelam per il lungometraggio Ocean of Pearls “.

Dopo la premiazione, la serata è proseguita con la proiezione dei tre vincitori del concorso Advantage India, e infine con l’ultimo film della retrospettiva dedicata a Raj Kapoor, Bobby, in cui il divertissement e le atmosfere Seventies sono assicurati.

Tutte le informazioni necessarie saranno online su www.rivertoriver.it dal mese di febbraio 2009.

Per informazioni:
River to River. Florence Indian Film Festival
pressoffice@rivertoriver.it
www.rivertoriver.it

Associazione Le Giraffe

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , | Posted On at 13:52

Sul blog dell' Associazione Le Giraffe trovate le ultime 2 puntate dell'inchiesta per immagini sulle proteste studentesche contro la legge Gelmini, a Parma.

Mobilitazione
Lezione di Dario Fo

ciao
Sandro

KEINE ANGST - NOI NON ABBIAMO PAURA

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , , | Posted On venerdì 12 dicembre 2008 at 05:36

Con gran piacere comunichiamo che Giacomo Fasola e Edoardo Scognamiglio, vincitori del Collecchio Video Film Festival 2008 sezione "A Corto si Sport", parteciperanno alla edizione 2008 del Sportfilmfestival di Palermo
Complimenti ragazzi!!!
Sandro




Regia: Giacomo Fasola, Edoardo Scognamiglio
Anno di produzione: 2007
Durata: 13'
Tipologia: documentario
Genere: sociale/sportivo
Paese: Italia
Produzione: Spreafilm
Formato di ripresa: Mini DV
Formato di proiezione: Mini DV, colore
Altri titoli: We Are Not Afraid

Sinossi: Per gli emigranti italiani in Germania, la vittoria nel Mondiale del 2006 ha rappresentato una gioia indescrivibile.
Il documentario approfondisce quella gioia, concentrandosi sull’esperienza di Nello Di Martino, un emigrato che lavora per l’Hertha Berlino e che ha seguito la nazionale come accompagnatore durante la spedizione tedesca.



TAPIRULAN PRESENTA...

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , | Posted On at 04:44


Caro/a amico/a,
è un dicembre di intensa attività quello che attende Tapirulan... Ti informiamo dei prossimi appuntamenti sperando di poterti avere presente:
Sabato 13 dicembre 2008 alle ore 17 presso l'Aula dei Filosofi dell'Università di Parma (Via Università, 12 - Parma) si svolgerà la premiazione della seconda edizione" del Concorso di poesia inedita". Durante la premiazione verrà presentato RES, il libro che raccoglie le poesie degli autori selezionati e oltre 20 fotografie a corredo. Verranno lette le poesie pubblicate su RES, interpretate dal Prof. Paolo Briganti e da Mirella Cenni, attrice dell'"Argante Studio", e vi sarà anche un'esposizione delle fotografie pubblicate. La mappa per raggiungere la sala della premiazione la puoi vedere cliccando qui.
Sabato 20 dicembre 2008 alle ore 17.30 presso il Centro Fumetto Andrea Pazienza (via Giovanni XXIII, 1- Cremona) si svolgerà la presentazione ufficiale del nuovo Calendario degli illustratori, il Calendario Duemila9. Quest'anno oltre 200 partecipanti hanno dato la propria interpretazione della saggezza popolare. Tutte le immagini partecipanti sono già pubblicate on line, si possono consultare e commentare. La giuria, presieduta da Silver (padre del celebre Lupo Alberto) ha selezionato le 12 illustrazioni da calendario.
Ci auguriamo di averti presente nei nostri prossimi appuntamenti!
La Redazionehttp://www.tapirulan.it/


LA CANARINA ASSASSINATA

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , | Posted On giovedì 11 dicembre 2008 at 12:18


Pubblichiamo il post di un amico del COLLECCHIO VIDEO FILM FESTIVAL, il regista Daniele Cascella che ha girato il suo primo lungometraggio "La canarina assassinata".
Per chi volesse proiettare questo film può contattare direttamente Daniele per una eventuale proiezione pubblica attraverso il blog del film
CONTATTATELO NUMEROSI!!!!!

Grazie mille
ciao
Sandro

LA CANARINA ASSASSINATA

SINOSSI
Un produttore cinematografico, noto per la sua spregiudicatezza e per la sua mancanza di scrupoli, trova “fortunosamente” una location a buon mercato per un film da far dirigere a un regista non più giovane ma dalla coscienza immacolata: una splendida villa immersa in un parco del viterbese. Quando il produttore, insieme ad alcuni attori e al regista, si trasferisce nella villa per la preparazione del film, incontra la proprietaria, Anna, una donna sofisticata, non più giovanissima ma ancora molto bella, che vive sola nella villa in compagnia del suo enigmatico maggiordomo, Raffaele. La finzione del mondo del cinema riverbera negli atteggiamenti e nei rapporti dei suoi protagonisti rivelando senza pietà la sua incresciosa bassezza. Ma la “vita vera”, quella che dovrebbe essere rappresentata da Anna e da Raffaele, si rivelerà non meno finta di quella cinematografica: gli ospiti “cinematografari” non sono lì per caso. Dietro la loro presenza c’è una vendetta in attesa di essere compiuta, e che si compirà, certo, a scapito della vittima designata. Ma in un mondo come quello del cinema, dove tutto è finzione, può la morte essere reale?

SCHEDA TECNICA
Durata: 94’ - Formato 35mm - Mascherino 1.85 - Dolby SR Digital – 24im/sec.

FESTIVAL:
- Chieti Film Festival (Scrittura e Immagine) 2008 – Premio Miglior Attore ad Ignazio Oliva, Premio Migliore Regia
- Festival del Cinema Indipendente di Foggia 2008

ESPRIMITI CON IL BLOG!

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , , | Posted On mercoledì 10 dicembre 2008 at 06:49

Parte da oggi la sperimentazione di due nuove funzionalità del nostro blog. L'accesso è libero e irresponsabile.

PENSIERI CORTI



Nel mondo del pensiero corto anche l'Apocalisse è corta

Francesco Merlo







Tutte le settimane il blog sarà aperto da un aforisma, una frase, un miniracconto, una storiella da panchina. Citazioni o creazioni originali; cortometraggi verbali; piccoli lampi a illuminare la vita da cani. Per farci capire: apocalissi in tre secondi.






SONDAGGIO
L'altra grande novità è il sondaggio: uno spazio per esprimere la propria idea sui temi più scottanti. Vogliamo iniziare oggi con una dolorosa riflessione esistenziale.





Sarei più felice se fossi quest'uomo:




kris kristofferson




sting







solange




Votate numerosi nell'apposito box a destra.




Buon lavoro




Michele Sabato




RISULTATI




Sarei più felice se fossi quest'uomo:




kris kristofferson 22%




sting 66%




solange 11%

Extraurbane - ADS Le Giraffe

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , | Posted On lunedì 8 dicembre 2008 at 13:08

Vi allego il contatto per poter vedere alcune anticipazioni del lavoro Extraurbane a cura degli amici delle Le Giraffe.
Nel loro sito potete vedere tutti i video prodotti in questi anni.
Ciao
Sandro


Extraurbane (working in progress)
2008 - 3min - mini dv

Un assaggio di un progetto in produzione EXTRAURBANE. Storie di donne migranti, brevi performance teatrali a sorpresa per cittadini in attesa alla fermata degli autobus

Con Natalia Nicolaev e Teresa Portesani
Musiche e canto Gloria Perri, Sabri Kechrida, Viorica Revenco
Testo Elide La Vecchia
Progetto e regia Andreina Garella

RAPPORTO ECOMAFIA 2008

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: | Posted On sabato 6 dicembre 2008 at 06:54

Allego il rapporto curato da Legambiente.
vi prego di leggere e informarvi sulla questione denunciata.
ciao
Sandro (Collecchio Video Film Festival)




RAPPORTO ECOMAFIA 2008

Il caso dell’Emilia Romagna
L’illegalità ambientale ed il ruolo della criminalità organizzata.

L’ecomafia, ossia l’insieme delle attività criminali che attentano alla salute dell’ambiente e
della cittadinanza, è di casa anche in Emilia Romagna. Sin dal primo Rapporto Ecomafia di
Legambiente questa regione figura come un’area particolarmente interessata da imponenti traffici illeciti di rifiuti industriali, da escavazioni abusive lungo i corsi d’acqua (a cominciare dal Po), e da un pullulare di attività edilizie in mano a ditte riconducibili ai clan camorristi o della ‘ndranghetache servono ad accumulare e riciclare denaro; senza dimenticare infiltrazioni criminali negli appalti per la costruzione di opere pubbliche.........

SCARICA IL PDF.



I VINCITORI DEL P.I.V.I. 2008

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , , | Posted On giovedì 4 dicembre 2008 at 13:29

Comunicato stampa del PIVI 2008.
Ringraziamo tutta l' organizzazione del MEI e del PIVI per la collaborazione progetto PIVI OFF.
Un particolare ringraziamento a Christian e a Fabio.

Sandro (Collecchio Video Film Festival)




I VINCITORI DEL P.I.V.I. 2008

Il Premio Italiano Videoclip Indipendente del Mei

Assegnati durante la cerimonia di premiazione condotta da Perla Liberatori, i Premi Italiani al Videoclip Indipendente, all’interno della 12° edizione del MEI Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza svoltosi a Faenza dal 28 al 30 novembre 2008.
La Giuria guidata dai Presidenti Piero Pompili e Vito Molinari, che il moderno videoclip lo hanno visto nascere e ne hanno contribuito la crescita attraverso il loro prezioso lavoro, Gianfranco Ruggero Miti (Vice-Presidente e dirigente RAI-fiction), Michele Bovi (Caporedattore centrale TG 2), Pompeo De Angelis (regista), Fabrizio Galassi (giornalista "Kataweb Musica/LaRepubblica.it"), Emiliano Coraretti (giornalista musicale), Sandro Marenghi (Collecchio Video Film Festival), David Bonato (Run Multimedia), Jonathan Ferramola (Festival internazionale "Terra di tutti"), Marino Midena (Roma Independent Film Festival), Paolo Travagnin (Icebergnews network), Virginio Dall'Aglio (Direttore del Festival del Cinema di Brescello), Guido Michelone (Critico musicale), Stefano Blasi (rivista "Tutto Digitale"), Cristiano Governa (giornalista e scrittore), Riccardo Severi (Direttore del mensile "what's up"), Danilo Grossi (Martelive) ha assegnato i seguenti premi:

Miglior Video: Song for Ced (Esmen) Produzione Cedric Poligné

Miglior Regia: Simone Pellegrini per Soon dei Medusa’s Spite

Miglior Soggetto: Valeria Cavagnetto, Teresa Rocco per Sotto vuoto spinto dei Porto Flamingo

Miglior Fotografia: Giovanni Troilo Piove deserto (Sikitikis)

VINCITORI PREMI COLLATERALI PIVI 2008

Premio speciale MUSICANIMATA
Premio Musicanimata a "Un anno in più" di Tommaso Cerasuolo

Miglior Videoclip Hip Hop
Il premio miglior videoclip Hip Hop è assegnato da MOUSEMEN TV

Premio speciale TUTTO DIGITALE
E va a Figlio di puttana - The zen circus + Brian Ritchie regia di Stefano Poletti

Una menzione speciale va ai video Song For Ced - eSmen, regia di Cedric Poligné e Giglio nero - Luca Correnti, regia di Filippo Arlotta.


Premio speciale EUROPEAN SHORT FILM FESTIVAL- GUIDO CARLETTI PRIZE.
Premio EUROPEAN SHORT FILM FESTIVAL- GUIDO CARLETTI PRIZE va a La facoltà dello stupore, realizzato da Logovideo e Fondazione Exodus, musica Vittorio Cosma

Premio speciale “BIZZARRO D’AUTORE VIDEOKLIP”
Il Premio Bizzarro d’autore Videoklip a: Pleasure Raylways di Deltha Echo Papa Zulu

Premio “OUT OF INDIES”
Premio speciale "Out Indies" a Bugo per il videoclip "C'è crisi", primo singolo estratto dall'ultimo album di Bugo "Contatti", per la regia di Lorenzo Vignolo e prodotto dalla Universal Music.
Il PIVI assegna inoltre una menzione speciale "Charlie fa surf", videoclip del primo singolo estratto da "AMEN" dei Baustelle, prodotto da Divisione Atlantic, per la regia di Stefano Poletti e Mauro Pittarello. Una produzione firmata Run Multimedia.

Premio Speciale PIVI 2008
“Io e Rodo al bar” di Swim

Premi Speciali Documentario Sociale e Musicale

LAVORO BRADO di Nevio Casadio

NAZIROCK di Claudio Lazzaro

FRONTE DEL ROCK di Massimo Garlatti-Costa

ESISTERE! ESISTERE! ESISTERE! MA PERCHÉ NON HO FATTO L'IDRAULICO?
Scritto da Cristina Sivieri Tagliabue, regia Paolo Cassina


Premio per il miglior Booktrailer

I premi sono stati assegnati a

Non mi ami ancora di Jonathan Lethem, Il Saggiatore
La città perfetta di Angelo Petrella, Garza nti
Mostri per le masse di Nino G. D'Attis, Marsilio

RACCONTARE IL VERO 5^ EDIZIONE

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , , | Posted On martedì 2 dicembre 2008 at 07:37


La 5° edizione di Raccontare il vero, nasce all’insegna dell’alterità: l’idea generalmente diffusa è quella che i conflitti si possano ridurre o eliminare annullando le differenze, nel timore di perdere quella identità e quegli stili di vita già consolidati; ma questa diversità è parte dell’essere umano, si crea e prolifica non solo nel rispetto dell’altro, ma soprattutto a dispetto di se.
Lo sguardo impegnato e ispirato d’autori affermati e nuovi talenti del cinema documentario indaga le esperienze, le riflessioni e le aspirazioni dell’uomo del terzo millennio.
Le distanze, gli affetti, le paure, il dolore, il piacere, la salute, la malattia, il sesso, la morte, la guerra, la bellezza: un sentire comune che viene continuamente reinventato nell’incontro con gli altri.

Nella serata inaugurale di Martedì 2 dicembre verrà affrontato il rapporto tra uomo e macchina, con il contributo del professor Stefano Caselli, direttore del Laboratorio di robotica e intelligenze artificiali dell’Università di Parma ed Enrico Cantino, scrittore e appassionato di fantascienza.
La rassegna si svolge martedì 2, 9, 16 e 23 nel mese di dicembre presso le aule dell’ex carcere di San Francesco, in Strada del prato, grazie al patrocinio dell’ Università degli studi di Parma, della Provincia di Parma, del Comune di Parma, dell’Ambasciata dei Paesi Bassi e dell’Ambasciata di Australia

http://www.raccontareilvero.it/

Non è Vero!

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , | Posted On martedì 25 novembre 2008 at 06:22

Pubblichiamo la lettera inviata dal Movimento d'opinione del Progetto la ragazza di Benin City
leggete è importante.

ciao
Sandro


NON E' VERO

Non è vero che per effetto del Decreto Carfagna il racket si sta spostando all'estero e se, davvero, comunque si stesse spostando dall'Italia verso in altri paesi europei, vorrebbe comunque dire che non si è risolto un bel niente: da sempre il traffico usa l'Europa intera per far arrivare e mettere in circolazione le proprie vittime, spostandole da un paese all'altro a seconda di quel che le contingenze impongono; la maggior parte delle ragazze che si trovano in Italia, sono passate attraverso Londra, la Francia, la Spagna e altri paesi sono diventati, via via, zona di arrivo o di smistamento o di riciclaggio. Spostare le vittime da una zona all'altra, da una città all'altra o da uno stato all'altro non risolve l'emergenza umanitaria che le riguarda.
Non è affatto vero che l'articolo 18 ha dato buoni frutti: chi si è applicato ad attuarlo ha fatto il possibile, ma quella era un'arma spuntata e se dopo tanti anni di applicazione, la situazione non è migliorata, tutti dovrebbero avvedersi che bisognava e bisogna modificarlo.
Non è affatto vero che le modalità di lotta alla tratta portate avanti dalla Associazione Papa Giovanni XXIII sono state risolutive: da Rimini la Papa Giovanni è riuscita a spostare le vittime clandestine nei paesi limitrofi, ma ben presto in strada ci sono finite le ragazze est-europee, non clandestine quindi non espellibili. E adesso le toglierà dalla strada, ma le spingerà nei bordelli e nei night.
Per effetto del decreto Carfagna le vittime sono sempre più vittime, sfruttate in luoghi chiusi nei quali nessuno (operatori, volontari, forze dell'ordine, preti) può più raggiungerle per assicurar loro interventi di riduzione del danno o vie di uscite.
Non è vero che, comunque, prostituirsi o esser sfruttate in luoghi chiusi sia meglio che esserlo in luoghi aperti: le violenze si consumano ovunque, ma dai luoghi chiusi nessuna può fuggire e le violenze più terribili, quelle che comprendono anche l'omicidio, nascono proprio dove non c'è via di fuga.
Le donne italiane denunciano che tra le mura domestiche si consumano efferate violenze; come mai nessuno le denuncia, come mai si pensa addirittura che – invece – sarebbero oggetto di denuncia le violenze subite da donne sfruttate e clandestine nei luoghi chiusi, se nessuno denuncia neppure le violenze contro le donne italiane?.
Nel frattempo, per timore di essere arrestate le ragazze clandestine fuggono alla vista della Polizia e finiscono travolte da auto in corsa che neppure si fermano a prestare soccorso; botte e omicidi nascono per effetto di un clima di impunità dovuto al silenzio dei media e delle associazioni: si scende in piazza per una discriminazione o una violenza e una offesa razzista, ma si tace sui sempre più numerosi omicidi di ragazze trafficate… più di dieci solo da Pasqua a Ferragosto, tre a Bari in strada in poche settimane, dee a Napoli – Caserta in pochi giorni.
Le ex vittime avranno sempre una possibilità di avvicinare le loro più sfortunate sorelle ancora trafficate, ma i pericoli da affrontare sono troppi.
I clienti possono fare molto, ma per troppi anni c'è chi ha continuato solo a criminalizzarli e chi, invece, li ha definiti potenziali risorsa utili contro la tratta, ma NESSUNO ha fatto qualcosa nella direzione clienti.
E su questo fronte tutto si sta riducendo alle multe…
E' indispensabile attuare iniziative che favoriscano l'intervento di ex vittime o, comunque, di operatrici pari o, comunque, di connazionali delle ragazze trafficate; ed è indispensabile anche attuare immediatamente progetti che riguardino i clienti.
Noi abbiamo portato avanti queste due tipologie di intervento, fin dalla nostra nascita, anzi siamo nati proprio perché, pur rispettando il lavoro della rete antitratta, avevamo capito che bisognava fare anche altro.
La nostra esperienza è a disposizione di tutti.
Intanto a Cremona è finito il processo contro i trafficanti: condanne esemplari, ma la maggior parte dei condannati ha ottenuto gli arresti domiciliari … non si dica allora che contro i trafficanti la legge c'è ed è dura … con quale coraggio le ragazze dovrebbero denunciare i trafficanti e le maman che restano ben presto liberi?
I nostri amici Vincent e Rose festeggiano oggi la nascita del loro primogenito JUSTICE … un grande augurio a loro anche per la speranza che hanno espresso scegliendo quel nome per il bimbo.
Non è vero, infine, che il Decreto Carfagna abbia comunque evidenziato l'urgenza di affrontare il problema, poiché invece, ha innescato il vergognoso tentativo di dimostrare che si combattono le prostitute in strada per salvare le schiave: tratta e prostituzione sono due cose diverse, connesse per certi versi, ma diverse.

Se la pensi come noi aderisci formalmente al Movimento d'opinione del Progetto la ragazza di Benin City.
Se vuoi discutere hai un blog a disposizione, se cerchi aiuto ci puoi trovare al tuo fianco, ma se sei un cliente o un papagiro che da anni cerca e frequenta ragazze, tieni per te le tue scelte, i tuoi comportamenti e i tuoi commenti, non aspettarti la nostra considerazione.
Se una ragazza ti ha ingannato, deluso, fregato e mollato, non difendere per questo la Carfagna, ma cerca e ritrova te stesso, nel profondo del tuo cuore, abbastanza forza per combattere la schiavitù, sempre pensando che le ragazze più difficili sono quelle che, più di altre, sono vittime.
Non credere alla leggenda metropolitana che con le retate, gli arresti, i rimpatri, le detenzioni, ecc. si risolva il problema della tratta.
Cerca nel blog voce
ribelle.ilcannocchiale.it e nel blog di cattivi ragazzi il calendario intenso degli appuntamenti dei prossimi giorni in giro per l'Italia con il Progetto la ragazza di Benin City

ALL'ASSOCIAZIONE ROOTS & BLUES, L'OSCAR DEL...BLUES

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , , , | Posted On domenica 23 novembre 2008 at 06:56

foto di Alessandro Gandolfi
Con grande orgoglio annunciamo che gli amici dell'Associazione Roots & Blues saranno insigniti, per la prima volta tra gli italiani, insieme allo storico magazine Il Blues, del prestigiosissimo Keeping the Blues Alive Award, assegnato dalla Blues Foundation di Memphis, Tennessee.
Una specie di Oscar del Blues, che va all'Associazione Roots & Blues per la categoria International; un premio strameritato per la passione e il talento messi nell'ambientare, tra le zanzare della Bassa parmense, il Rootsway-Roots 'n' Blues & Food Festival, uno dei più originali ed affollati festival blues al mondo.
I ragazzi riceveranno il premio nella serata del 7 febbraio 2009, al Downtown Doubletree Hotel di Memphis. E già immaginiamo Ferdinando, Antonio, Andrea e gli altri, inquadrati dalla telecamere: and the winner is...

Bravi da tutta Bomba di Riso!

giacomopoi


9 RASSEGNA DEL CORTOMETRAGGIO E DELL'AVANSPETACOLO

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , , , | Posted On giovedì 20 novembre 2008 at 11:05

L'associazione culturale "Il Popolo delle Ortiche" ha il piacere di annunciare l'apertura delle iscrizioni alla 9 RASSEGNA DEL CORTOMETRAGGIO E DELL'AVANSPETACOLO.La manifestazione avrà luogo nelle serate del 9 e 10 gennaio 2009 presso il "Teatro della Tinaia" in via Simonetta 3 a Varallo Pombia (NO). Per vedere che aria tira dalle nostre parti e per scaricare i bandi (cortometraggi e artisti) per partecipare alla manifestazione andate su http://www.ilpopolodelleortiche.it/

SOLIDARIETA' A PUPAZZO CANE

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , | Posted On at 05:48








Pubblichiamo le foto dello scandaloso maltrattamento riservato a Pupazzo Cane dalle forze dell'ordine di Parma.
Gli inquirenti si difendono: "Paranoici noi? No, solo scrupolosi: con tutti i Pupazzo Cane clandestini che ci sono in giro, non si sa mai".
Fonti della questura riferiscono che, da alcuni dettagli del copricapo analizzato dal Ris, si sia finalmente riusciti a risalire alla nazionalità di Pupazzo Cane: pare sia scozzese.
Michele Sabato

MAN ON WIRE: L’INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DELLA LIBERTA’

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , , | Posted On domenica 16 novembre 2008 at 08:42



dal nostro inviato a Roma

Anche quest’anno alla Festa del Cinema di Roma (o come diavolo l’hanno ribattezzata) alcune delle cose più interessanti sono venute da Extra/L’Altro cinema, sezione curiosa e libera per mandato, in cui Mario Sesti ha saputo raccogliere i frammenti più disparati di cinema: dall’animazione israeliana 9.99 $ -forse il primo caso di plastilina esistenzialista- alla commedia brasiliana Estomago -spiazzante noir gastronomico-carcerario- fino all’indimenticabile duetto d’attori della strana coppia Verdone-Servillo.
E in una sezione così programmaticamente libera non poteva che spiccare, quasi come un manifesto, il vero e proprio “inno alla libertà” consegnatoci da James Marsh, con il suo documentario Man on Wire. Prodotto da BBC e distribuito negli Sati Uniti da Magnolia, già vincitore di una camionata di premi internazionali, non sembra al momento destinato ad arrivare nelle sale italiane. Beh, se così fosse, recuperatelo in qualsiasi modo -lecito e non: ne vale la pena.

Il film racconta la storia di un’impresa epocale, appesa –e la parola non è casuale– tra lo sberleffo prepolitico e l’atto rivoluzionario. Nel 1974 il funambolo Philippe Petit, dopo un paio di altri “colpi” che l’avevano elevato agli onori della cronaca, mette in pratica il suo piano più impensabile e scapestrato: stendere un filo tra le neonate Torri Gemelle per danzarci sopra a 400 metri dal suolo.
Detta così, eccezionalità del soggetto a parte, la materia cinematografica è ancora tutta da plasmare. Marsh ci riesce conducendo abilmente e in contemporanea tre livelli di racconto: la testimonianza in prima persona di Petit e dei suoi complici; le immagini fotografiche e filmate d’epoca; la ricostruzione dei fatti in forma di docufiction, in cui mescola meccanismi narrativi da heist movie a un’estetica stralunata tutta ombre e controluce da film muto. Il risultato è un crescendo che porta prima a condividere l’eccitazione irresponsabile dei protagonisti durante la preparazione del colpo e poi a guardare con la stessa meraviglia dei passanti, occhi in su e bocche spalancate, la sagoma di Philippe sospesa tra le nuvole, nel suo incredibile anelito di libertà.
Ma la cosa migliore del film non è ancora questa; non è la costatazione del semplice miracolo dell'essere liberi. C’è una linea più sottile e insinuante sotto traccia che rende Man on Wire qualcosa di unico e commovente, perfino malinconico: è quel senso di solitudine che si accompagna sempre, come una nota di fondo amara, al gusto della libertà.
La cosa più bella, infatti, non è tanto l’impresa di Philippe, né il suo personaggio pirotecnico, ma lo sguardo dei complici, degli amici del passato che Marsh chiama a testimoniare. Perché per tre quarti, il film è il racconto corale di un’avventura che si va costruendo come una specie d’opera d’arte collettiva: Philippe è solo il leader, il primo tra pari, di una banda di idealisti uniti da un sogno comune, in cui tensione all’obiettivo, sforzo, passione, sofferenza e rischio sono in tutto e per tutto condivisi. Questo, ripeto, per tre quarti del film, ovvero fino a quando Philippe sale sulla corda tesa: lì insieme al senso di meraviglia, si ha come un’impressione di rottura, di lacerazione. Solo è Philippe sul filo e soli sono i complici che fino a quel momento l’hanno accompagnato per mano: separati, per sempre, dall’irriducibile individualità del gesto.
James Marsh ce lo fa capire con uno straordinario pudore: guarda ancora con benevolenza all’egoismo di Philippe che, subito dopo il trionfo, invece di festeggiare con i compagni, sparisce per ore in una camera d’albergo con la prima groupie che gli capita sotto mano; così come non indugia troppo sulle lacrime del miglior amico e compare di Philippe che nelle parole lascia intendere come dal giorno dell'impresa il loro sodalizio sia evaporato in una dolorosa indifferenza.
Insomma, c’è tanta ciccia in questa storia: guardatela; anche solo per capire se siete tra quelli che si emozionano per la Libertà o tra quelli, come me, che guardano commossi alla sua “insostenibile leggerezza” (e che qualcuno protegga Kundera dall’ottusità delle mode a dalle calunnie del tempo).

giacomopoi

COLLECCHIO VIDEO FILM FESTIVAL al MEI di Faenza 2008

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , , , , | Posted On venerdì 14 novembre 2008 at 13:44

Quest'anno il Collecchio Video Film Festival sarà presente nella programmazione del MEI di Faenza (Festival delle Etichette Indipendenti) .

il 29 novembre nella rassegna PIVI OFF verrà proiettato il documentario vincitore della rassegna: "Uomini: Cronache e Memorie" del Collecchio Video Film Festival 2008
"Dallo zolfo al carbone" di Luca Vullo.

PIVI OFF • PRIMA MARATONA DEL CINEMA INDIPENDENTE E MUSICALE
Sala Teatro Fellini - Piazza S.Maria Foris Portam 2- Faenza

Vedi il programma completo

Un grazie a tutti i ragazzi di VideoCoop per la possibilità di partecipare al loro evento, in particolare Christian e Fabio e a Luca per la possibilità della proiezione del suo premiatissimo documentario.

Ciao
Sandro

TAPIRULAN A LUCCA COMICS 2008

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , , | Posted On giovedì 13 novembre 2008 at 14:07

Gli amici dell'associazione Tapirulan (www.tapirulan.it) protagonisti a Lucca Comics 2008. Come loro abitudine sono riusciti a sorprendere tutti presentando il fumetto "30 senza lode" (di Andrea Gualandri, Alberto Calorosi e French). L'idea è nata dopo una serata estiva, birra e racconti sull'erba di Piazzale della Pace, il giorno dopo Alberto ha iniziato a scrivere la sceneggiatura, poi sono arrivate le tavole di Andrea e alla fine la grafica di French. Il volume è stato realizzato nel giro di pochissimo tempo. Superfluo aggiungere che a Lucca è arrivato il simpatico pulmino di Tapirulan carico di 11 soci che hanno gestito magistralmente lo stand nella self area. E' stato un successo. Lo testimoniano Fanta e Faso che sono stati a Lucca, inviati speciali dell'A.p.S. Bomba di Riso.



Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: | Posted On domenica 9 novembre 2008 at 07:26

Continua l'inchiesta sulle proteste universitarie a Parma, con le lezioni all'aperto nel centro cittadino.
A breve la terza puntata, con i cortei di protesta, l'autogestione dell'aula della facolta' di lettere e la giornata dello sciopero della scuola.

Immagini di Maria Teresa Improta e montaggio di Matteo Fanti.

Questo e' il link diretto :

http://www.associazionelegiraffe.org/blog/?p=158#more-158



Ciao
Sandro

Associazione Le Giraffe

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , | Posted On martedì 4 novembre 2008 at 13:56

Sul blog dell'Associazione Le Giraffe potete trovare, per la regia di Maria Teresa Improta, ed il montaggio di Matteo Fanti, una piccola inchiesta sulle proteste universitarie di questi giorni a Parma.

Il lavoro video e' un "work in progress" che continuera' con altre "puntate" nelle prossime settimane.

Questo e' il link diretto :
http://www.associazionelegiraffe.org/blog/?p=128#more-128

Associazione
"Le Giraffe"


Ciao
Sandro

Bando - Inventa un Film Lenola 2009

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , | Posted On at 13:33

Vi informiamo che è uscito il nuovo bando di Inventa un Film Lenola 2009.
Partecipate Filmaker!!!
ciao
Sandro


PREMIO "INVENTA UN FILM"
DODICESIMA EDIZIONE
INVENTA UN FILM PRESENTA OGNI ANNO UN NUOVO TEMA:
Il bando della dodicesima edizione di Inventa un Film Lenola 2009.
Il tema è
SOGNI

ORGANIZZATO DALL'ASSOCIAZIONE CULTURALE CINEMA E SOCIETA' DI LENOLA (LT) CON IL CONTRIBUTO DI SEFIT CDC, PANALIGHT, TECHNOVISION, AUGUSTUS COLOR, LVR, PROVINCIA DI LATINA, COMUNE DI LENOLA, SISTEMA BIBLIOTECARIO SUD PONTINO E BANCA POPOLARE DI FONDI

L'Associazione Culturale Cinema e Società organizza la dodicesima edizione
del Premio "Inventa un film".
L'iscrizione è gratuita ed aperta a tutti: associazioni, movimenti, scuole,
singoli artisti.
Per iscriversi bisogna, entro il 28 febbraio 2009, consegnare o inviare (fa
fede in questo caso il timbro postale) alla segreteria del concorso
ASSOCIAZIONE CULTURALE CINEMA E SOCIETA' "INVENTA UN FILM" piazza Pandozj 4
04025 Lenola (LT) tel. 0771/589009 una o più lavori (durata massima 30
minuti - formato VHS o DVD) aventi il seguente tema : SOGNI.
Ad ogni lavoro inviato i partecipanti dovranno allegare una scheda di
partecipazione firmata con indicazione del titolo del film e con
informazioni riguardanti la regia, il soggetto, la sceneggiatura, la
colonna sonora, il formato, il montaggio, la produzione, gli interpreti, la
durata (comprensiva di titoli di testa e di coda), la sinossi dell'opera
stessa. Gli autori possono fornire, se lo ritengono opportuno, anche
ulteriori informazioni.
I film verranno proiettati a Lenola dal 29 luglio al 2 agosto 2009. (Tutte
le date relative sia alle fasi eliminatorie, sia alle fasi finali verranno
comunicate dall' associazione ai selezionati nel periodo marzo - aprile
2009.)
La giuria sarà composta da giornalisti , da autorevoli critici
cinematografici e da personaggi del mondo dello spettacolo.
Due sono le sezioni principali in cui si articola il concorso: quella degli
autori italiani e quella degli autori esteri.
Per gli autori italiani il primo premio consiste in mezzi tecnici per la
realizzazione di un nuovo cortometraggio per un valore di circa 10.000 euro
offerti da Technovision, Sefit CDC, Panalight, Augustus Color e LVR.
Verranno inoltre premiati il secondo classificato, il terzo classificato, il
miglior regista, la migliore sceneggiatura, il miglior interprete, il
miglior montaggio, la migliore colonna sonora originale, la migliore
fotografia. Verrà inoltre conferito il "Premio Messaggio Importante".
Per il nono anno consecutivo verrà premiata anche la migliore scuola con il
premio "Una scuola per il cinema".
Al miglior film della Provincia di Frosinone e Latina verrà conferito il
Premio Idea Sud Lazio: la durata massima consentita ai corti di questa
sezione è di 5 minuti.

Per ulteriori informazioni: Ermete Labbadia (340/8014229)
inventaunfilm@inventaunfilm.it
www.inventaunfilm.it

IL PRESIDENTE
Ermete Labbadia

Notizie da CinemaItaliano.info

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , , , | Posted On mercoledì 29 ottobre 2008 at 14:43

Pubblichiamo alcune notizie di Cinemaitaliano.info, amici del Collecchio Video Film Festival.
Con grande piacere abbiamo visto che il documentario "Dallo Zolfo al Carbone" di Luca Vullo, vincitore della quinta edizione del Collecchio Video F.F., è tra i documentari più premiati del 2008 insieme a "Voci di Donne Native e Migranti" di Rossella Piccinno che ha partecipato alla selezione finale del nostro festival.
I nostri complimenti a Luca e a Rossella per il gran lavoro svolto e tanta fortuna per i prossimi lavori!!!

Ciao
Sandro


CinemaItaliano.info
I 50 Giorni di Cinema Internazionale a Firenze


Dopo il successo dello scorso anno, partirà venerdì 31 ottobre la seconda edizione de "I 50 Giorni del Cinema Internazionale a Firenze", la rassegna dei festival cinematografici fiorentini che parlano al mondo intero.
Cinquanta giorni dove Firenze ospiterà eventi importanti come il "Festival Dei Popoli", (quest'anno alla sua 49° edizione), il "Festival Internazionale di Cinema & Donne" (alla 30° edizione), "France Cinema" (23° edizione), i premi del N.I.C.E. (la rassegna itinerante alla 18° edizione, che promuove il nuovo cinema italiano nel mondo), "River To River" (rassegna di cinema indiano), "Florence Queer Festival" (festival sul cinema GLBT), "North Korean Cinema" (rassegna sul cinema della Repubblica Popolare di Corea), e tanti altri eventi paralleli.


"ITALIANI BRAVA GENTE" - il festival di CinemaItaliano.info


E' aperto il bando di concorso di ITALIANI BRAVA GENTE, il festival documentario di riflessione sulla società italiana che si svolgerà nei giorni 27-28-29 marzo 2009, nella splendida cornice del Cinema Odeon, nel cuore di Firenze, a pochi passi dalla Piazza della Signoria e dal Duomo.
Il festival sarà interamente organizzato da CinemaItaliano.info, con il sostegno della Mediateca Toscana ed il patrocinio della FICE (Federazione Italiana Cinema d'Essai).
Sarà un fine settimana dove gli italiani potranno guardarsi allo specchio e scoprire qualcosa in più sulle dinamiche culturali che governano la società, in un periodo storico dove l'Italia sembra affondare.
Verranno considerati tutti i documentari inviati entro il 2 febbraio 2009.


I documentari italiani prodotti nel 2008 più premiati ai festival

La classifica aggiornata dei documentari italiani più premiati ai festival cinematografici di tutto il mondo, tra quelli prodotti nel 2008:

1. Dallo Zolfo al Carbone (di Luca Vullo)

2. Il Cibo dell'Anima (di Piero Cannizzaro)
3. Voci di Donne Native e Migranti (di Rossella Piccinno)
4. Come un Uomo sulla Terra (di Segre/Yimer/Biadene)
5. Below Sea Level (di Gianfranco Rosi)

BOMBA DI RISO (ricetta per 4 persone)

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: | Posted On venerdì 24 ottobre 2008 at 02:48

(dosi per 4 persone)

4 piccioni, una cipolla, prezzemolo, salvia, qualche bacca di ginepro,
250 gr. di olio extra-vergine di oliva, 250 gr. di burro, sale pizzichi a occhio, odore di noce moscata, 1 kg. di riso, 250 gr. di Parmigiano-Reggiano grattugiato, 6 uova, un po' di latte, pane grattugiato.
Prendete due piccioni giovani e, dopo averli ben puliti e tagliati a pezzi (se volete bene ai vostri commensali disossateli), fateli rosolare in un soffritto di cipolla, prezzemolo, salvia, qualche bacca di ginepro schiacciata, olio, burro, sale e odore di noce moscata.
Fate cuocere il riso unendo una cipolla.
A metà cottura, scolatelo e mettetelo in una zuppiera; fate ora un buco nel mezzo e ponetevi un pezzo di burro; coprite con il riso e lasciate riposare per un poco.
Rimescolate il riso con il burro (che nel frattempo si è ammorbidito), un po' d'olio extravergine di oliva, 250 gr. circa di Parmigiano-Reggiano, 6 uova sbattute, un po' di latte, sale e odore di noce moscata.
Ungere con il burro uno stampo liscio dai bordi piuttosto alti, spolverizzare le pareti accuratamente di pangrattato e rivestirlo con parte del riso (circa ¾), al centro mettere il piccione col relativo intingolo.
Coprite il tutto con del riso lessato che avrete tenuto da parte, spargetevi sopra un poco di formaggio, qualche fiocco di burro e mettete in forno caldo finche la bomba sarà ben dorata.
Quindi togliete lo stampo, rovesciate su un piatto da portata e buon appetito!
Cane

FESTIVAL DEI DIRITTI UMANI 2008 - Parma

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , , , , | Posted On lunedì 20 ottobre 2008 at 13:57

Dopo quattro edizioni (2000-2003) e la crescita costante di un evento che ha coinvolto un numero sempre maggiore di soggetti, tra associazioni proponenti e pubblico partecipante, nel 2004 l’amministrazione provinciale ha rilanciato il consolidato appuntamento delle “Settimane dei diritti” di dicembre per creare un contenitore di portata più ampia, che arrivasse alla proposta articolata di un vero e proprio calendario di eventi da realizzarsi sul territorio nei mesi della stagione invernale.

Nacque così il Festival dei Diritti Umani, da allora promosso ed organizzato annualmente dall’Assessorato alle Politiche Sociali e Sanitarie della Provincia di Parma e da Forum Solidarietà - Centro Servizi per il Volontariato - con il contributo della Fondazione Cariparma, in collaborazione con le numerose associazioni (di volontariato, culturali....) attive nel territorio parmense. A tutt’oggi, la manifestazione raccoglie le iniziative proposte dalle associazioni (che spaziano dal teatro, musica, rassegne di film, mostre fotografiche...) che abbiano contenuti di forte rilievo sociale, finalizzate alla sensibilizzazione per la lotta della violazione dei diritti umani, la cittadinanza attiva, la responsabilità civica. La Provincia di Parma ogni anno quindi propone, sempre all'interno dello stesso ambito, qualche evento di impatto sulla cittadinanza e attinente alla tematica dei diritti.

Gli obiettivi.

La definizione e l’attuazione delle iniziative prevedono un importante lavoro di rete tra le associazioni e il coordinamento del progetto: è grazie alle risorse del mondo dell’associazionismo locale che ogni anno si riesce ad articolare un grande contenitore di spessore culturale su tematiche troppo spesso taciute perché considerate “scomode”. Non solo: la sensibilizzazione della cittadinanza in materia di diritti umani, solidarietà, cooperazione, partecipazione… vuole favorire la riflessione e il dialogo sulle questioni della pace, della valorizzazione della cultura e del rispetto, diffondendo consapevolezza sul tema dei diritti e sulla necessità di un’ottica globale di difesa degli stessi e di lotta per la loro espansione.



L’edizione in corso: “IL PIANETA RE-ESISTENTE”.


Per l’anno 2007/2008 il Festival è giunto alla sua ottava edizione, particolarmente rinnovata in occasione della celebrazione del sessantesimo anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani - approvata e proclamata il 10 dicembre 1948 dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite.
Il tema di sfondo scelto è quello della responsabilità verso le generazioni future.

Il presente è sempre fatto della materia degli sguardi, dei desideri, dell’immaginazione e delle paure di chi è venuto prima di noi. Sarebbe bene ricordarci questo particolare fondamentale per assumere le decisioni di oggi o per sentirci più responsabili dei nostri sogni.

Contrariamente all’immagine liberista dell’uomo che si costruisce da sé, noi tutti siamo sempre il risultato – nel bene e nel male - di relazioni che ci legano ad altre persone, ad altre generazioni, ad altre culture, ad altre forme viventi. Questa circostanza non è semplicemente un limite ma è anche l’opportunità da cui dobbiamo partire. Majid Rahnema ha scritto una volta che «il rispetto del passato è indispensabile alla costante reinvenzione del presente». Sapere da dove siamo venuti è fondamentale per comprendere dove stiamo andando, per comprendere le ragioni dell’oggi. Non per replicare semplicemente ciò che è stato, ma al contrario per impedire l’automatica ripetizione del già noto, cui saremmo spinti inconsapevolmente dalle nostre abitudini. Potremmo dire che il riconoscimento della nostra storia è quello che ci può permettere di svolgere la trama in una direzione diversa, inedita, imprevista. Occorre essere terribilmente consapevoli dei drammi che stiamo vivendo – dei processi di esclusione e della crescita dei profughi, della pervasività della guerra, della violenza di genere e dell’intolleranza religiosa, dei disastri ecologici – o dei rischi che stiamo correndo – dell’esauribilità delle risorse, alle trasformazioni climatiche, al risentimento crescente per l’ingiustizia globale – per avere il coraggio di fare un salto di civiltà.

Non si tratta semplicemente di resistere, di stare saldi e di opporsi a una minaccia che viene da fuori, si tratta piuttosto di re-esistere, di tornare ad esistere, di tornare a ciò che è vivente. Ovvero di insistere sui fondamenti che ci permettono di vivere e di rendere possibile un futuro per noi e per le generazioni a venire. Come scriveva Hannah Arendt gli esseri umani «anche se devono morire, non sono nati per morire ma per incominciare».

SCARICA IL PROGRAMMA
www.festivaldirittiumani.it

Ciao
Sandro

Venerdì 17 con Le giraffe: LA NACION MAPUCHE di Fausta Quattrini

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , , , | Posted On venerdì 10 ottobre 2008 at 06:38




Venerdi 17 ottobre, alle ore 21, all'auditorium dell' assistenza pubblica di Via Gorizia (Parma) proiezione in anteprima del film-documentario La Nacion Mapuche (diretto da Fausta Quattrini e prodotto da Daniele Incalcaterra) vincitore dell'ultima edizione del Torino Film Festival come miglior documentario.
http://www.associazionelegiraffe.org/index.php?option=com_content&task=view&id=226&Itemid=78
Introdurra' la proieizone Daniele Incalcaterra.
INGRESSO LIBERO
Iniziativa compresa nella programmazione del festival dei diritti umani-edizione 2008-09, organizzato dalla Provincia di Parma.
http://www.festivaldirittiumani.it/index.php
ciao
giacomopoi

Il VIDEO del Collecchio VIDEO Film 2008: prima giornata

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , , | Posted On mercoledì 8 ottobre 2008 at 09:50

video

ALCUNE FOTO COLLECCHIO VIDEO FILM FESTIVAL 2008

Pubblicato da Collecchio Video Film Festival | Etichette: , , | Posted On martedì 7 ottobre 2008 at 13:42

Presentazione mostra fotografica di Alessandro Gandolfi
"Blues delle terre basse - Visioni musicali dall' America al Po"


Oracle King al Parco Nevicati


Alessandro Gandolfi


Max Lugli


Presentazione mostra fotografica Blues


Villa Soragna Parco Nevicati di Collecchio


Presentazione mostra


Gian Marco (Bomba di Riso) vs Giulio (Le Giraffe)


Marco Moser (K Rock) e tutti gli ospiti al dibattito


Oscar Abelli al Collecchio Video Film Festival


Ciao Oscar!!!


Cristina e Lorenzo

Parco Nevicati sede del Festival


Vincitori edizione 2008
COLLECCHIO VIDEO FILM FESTIVAL



Jam Session Blues notturna


Luca Vullo vincitore sezione Documentario
(l'ombra è Cristina)



Gianni Di Benedetto Trio


Rastafari!!!


Luca e Stefano (direttore artistico)
il giorno dopo....



Stefano Cristina e Daniele


T-shirt


Reading blues
Marco Ballestracci e Mario Cogo



Huxley di Paolo Ferrari


Oracle King's verso il loro live
(in direzione sbagliata)



Conferenza stampa in Comune